Mamme col Cuscino

Il gruppo di supporto per genitori “Mamme col Cuscino” nasce da un’idea di Paola Fernandez, consigliere e referente regione Sicilia con l’obiettivo di alleviare il peso che i genitori, in particolare le madri di bambini/ragazzi narcolettici devono sostenere.

Come si sa il confronto fa crescere, pertanto in questo gruppo ciascuno deve sentirsi libero di scrivere quello che prova o che desidera condividere.

L’Associazione Italiana Narcolettici e Ipersonni non è responsabile dei contenuti pubblicati, e utilizza la piattaforma Facebook solo per mettere a disposizione dei soci uno spazio di libero confronto.
L’AIN conferisce ai propri consiglieri Paola Fernandez e Daniela Properzi il compito di amministrare il gruppo e moderare le discussioni senza attuare politiche di censura e senza porre limiti di argomenti su cui discutere; tuttavia è assolutamente proibito pubblicizzare cure alternative ed invitare a testare farmaci. Il confronto sulle terapie è liberamente ammesso.
Chiunque può pubblicare contenuti e rispondere ai post ma è indispensabile mantenere sempre atteggiamenti educati e costruttivi evitando quanto più possibile un linguaggio volgare.

Per potersi iscrivere al gruppo è necessario chiedere l’amicizia ad uno dei responsabili cliccando sul pulsante qui di seguito e indicando con un messaggio privato i seguenti dati: Nome, Cognome, Città e Nr. Tessera AIN.

Tutti i dati verranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy e solo per l’inserimento nel gruppo di supporto richiesto.

 

Richiedi al responsabile con un messaggio su facebook di essere aggiunto al gruppo!

Il racconto di Simonetta Benvenuti

Mi chiamo Simonetta oggi finalmente mi sono decisa di raccontare la mia storia di mamma con il cuscino. Ho due figli gemelli, Patrizio e Tiziano. Patrizio è narcolettico da circa trenta anni, ne aveva 11 quando tutto è cominciato.   Patrizio si addormentava in tutti...

L’Orgoglio di una Madre – di Mamma Anna

A dire il vero non saprei quando è iniziato tutto, sia io che mio marito abbiamo sempre visto Sara come una pigra, fin da bambina quando a 5/6 anni i bambini camminano, lei voleva stare sul seggiolino e dormiva sempre. Avendo vissuto questa situazione da sempre, noi genitori ci siamo “abituati all’idea che fosse una pigrona viziata e capricciosa e confesso che ancora adesso un po ci sentiamo in colpa.

Potrebbero tornarti utile i seguenti collegamenti...

Approfondimento Ipersonnie
Domande Frequenti
Approfondimenti sulla Narcolessia
Il comitato scientifico

I Centri del Sonno

Per il Medico

Vivere con la Narcolessia
"Le persone che hanno dei sogni sono un po’ speciali.
I Narcolettici sono dei grandi sognatori.
Non Perdiamoli !"

Icilio Ceretelli - Presidente AIN