Diretta Facebook Create for Sleep: un contest sulla narcolessia per conoscerla attraverso l’arte

La narcolessia è un raro disturbo del sonno che può colpire i bambini o i giovani adulti. I sintomi della patologia spesso vengono confusi con quelli di malattie psichiatriche o con semplici manifestazioni di stanchezza. Questo provoca un ritardo nella diagnosi e un senso di incomprensione nei pazienti che ne sono affetti.
Il 17 novembre ci sarà una Diretta Live sulla pagina di AIN – Associazione Italiana Narcolettici e Ipersonni per un dialogo e confronto sulla narcolessia e sui suoi sintomi e per scoprire il vincitore del contest “Create for Sleep”.
 

Orexine, video realizzato da Silvia Melzi

In questi giorni abbiamo parlato di #narcolessia e della predisposizione alla vena artistica dei narcolettici.
Silvia Melzi è una ragazza narcolettica, biologa, sta studiando e facendo ricerca sulla narcolessia all’università di Lione e la scorsa settimana ha partecipato ad un concorso francese per la realizzazione di un cortometraggio sul suo argomento di dottorato: la narcolessia.
È stata abbinata con un regista ed insieme hanno avuto 48 ore per realizzare un video di massimo 5 minuti. Il video che vedete di seguito ha vinto il concorso!
Complimenti a Silvia, oltre al punto di vista artistico questo video è davvero una pietra miliare nella spiegazione in parole semplicissime e con il punto di vista del paziente del perché siamo narcolettici:
A voi il video. È in francese sottotitolato in Italiano

Create for Sleep, 1 classificata Anna Bonomi

Anna Bonomi, studentessa del Triennio in Graphic Design e Art Direction di NABA Nuova Accademia di Belle Arti è la vincitrice del contest “Create for Sleep”!!!
La sua illustrazione ha colpito la giuria per come ha saputo rappresentare in modo molto personale, sintomo più tipico della narcolessia, la sonnolenza diurna. Un ragazzo a scuola che non riesce a tenere gli occhi aperti, mentre gli oggetti intorno a lui iniziano a muoversi in un’atmosfera surreale che sembra quasi quella dei sogni.
Oggi, nel corso della diretta Facebook, abbiamo discusso di questo sintomo e di molto altro e abbiamo chiesto ad Anna com’è nata la sua idea.
Potete rivedere la diretta qui: https://fb.watch/9kP2j9VB4L/

Create for Sleep, 2 classificata Benedetta Sartorari

Un bambino con una lampada al posto della testa che proietta sul muro delle strane visioni. Così Benedetta Sartorari, 2° classificata del contest “Create for Sleep”, ha rappresentato le allucinazioni, sintomo della narcolessia. Un confine instabile tra il sonno e la veglia che rende difficile distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è.
A noi ha molto colpito questa rappresentazione, voi cosa ne pensate?
Diteci la vostra e condividete.